Qualche giorno prima delle nozze é tradizione fare la serenata alla futura sposa, un momento romantico, sdolcinato, emozionante e strappalacrime, che deve essere fatto con gusto e simpatia, evitando le stucchevolezze del passato.

Dedicare una canzone alla futura sposa come ultimo regalo prima delle nozze.
A dirla tutta, questo momento mette non poca agitazione nel futuro sposo..la paura di fare brutta figura, di suonare,  di sbagliare spesso prendono il sopravvento.

Ma ecco alcuni consigli per organizzare una Serenata Perfect:

1. Meglio il fai-da-te.
Contrariamente a molti altri aspetti delle nozze, la serenata è e deve essere un momento intimo e personale: cantarla in prima persona, con la giusta dose di ironia, è molto meglio che scritturare un cantante professionista, scelta dal sapore piuttosto demodé, o peggio ancora neomelodico…

2. Il supporto del “coro”.
Per rendere la serenata davvero speciale ci vuole un sostegno, non solo morale, ma anche concreto: gli amici e i testimoni dello sposo sono il coro ideale, a patto di non trasformare la scena in una succursale dello stadio.

3. Sotto la finestra, a sorpresa.

Su questi due aspetti della tradizione non si discute: la sposa deve essere all’oscuro di tutto. Mettetevi d’accordo con i familiari o le testimoni per fare in modo che lei si trovi in casa al momento giusto, e individuate la location adatta per esaltare l’effetto-sorpresa: un angolo appartato della casa, possibilmente con poco rumore di sottofondo. E fate attenzione all’orario: a tarda serata qualche vicino potrebbe non gradire…

4. La canzone giusta è tutto.
Va bene capire come e dove cantare, ma ancora più importante è decidere cosa. Pescate a piene mani dal repertorio delle vostre canzoni preferite, quelle che hanno segnato i momenti più importanti della vostra storia d’amore e che vi legano per la vita. Per evitare scivoloni, a meno che lo sposo non sia dotato di particolari qualità canore, il consiglio è quello di scegliere canzoni orecchiabili, facili da cantare e soprattutto di cui si conoscono bene le parole (meglio se in italiano). L’emozione a volte può giocare brutti scherzi…

5. Un aiutino da casa…
Se siete a caccia di ispirazione o volete farvi un’idea più precisa di cosa vi aspetta, cercate online: il web è pieno di serenate più o meno riuscite di futuri sposi. Per capire meglio cosa fare… e cosa evitare!

Ely&Cí sono delle romanticone, immaginano per tutte le loro sposine la classica serenata che parte dalle note di una chitarra, da un coro di amici che aiutano il futuro sposo a canticchiare tra un tremolio e l’altro, sotto la finestra della propria Giulietta :

“Affacciati al balcone rispondimi al citofono
Sono venuto qui col giradischi e col microfono
Insieme al mio complesso per cantarti il sentimento
E se tu mi vorrai baciare sarò contento…
Affacciati alla finestra amore mio…. “
Serenata Rap, Jovanotti
 
p.s. chi non l’ha sognato? ?